Parafilie: eccone 10 che non conoscevate

Le parafilie sono uno degli argomenti più inquietanti e allo stesso tempo affascinanti del mondo della sessualità...

In caso non conosceste il significato di questo termine, una parafilia è un comportamento sessuale molto al di fuori degli standard. Ve ne sono di innocue, come i feticismi (ad esempio per i piedi), e di patologiche, come la pedofilia. Vi propongo quindi un elenco di alcune delle parafilie più strane di cui si è a conoscenza oggi e la loro descrizione.

Infantilismo Parafilico

Questa parafilia consiste nel provare eccitazione sessuale nel vestirsi da bambini ed essere trattati come tali. Spesso coincide con il feticismo per i pannolini, che vengono indossati dal soggetto in questione come parte della recitazione di cui è protagonista nella parte di un neonato. La maggior parte delle persone con questa particolare parafilia vive una doppia vita; agli occhi esterni hanno un lavoro, una casa, magari anche una famiglia, ma quando sono soli o con il partner si avventurano nell’esplorazione di questa parafilia.

Formicofilia

Come si può intuire dal nome, chi ha questa parafilia prova eccitazione sessuale nell’avere sul proprio corpo degli insetti. Possono essere formiche, api, farfalle; insomma, qualsiasi tipo d’insetto, dal più innocuo al più pericoloso. I formicofili provano eccitazione sessuale anche quando vengono morsi dagli insetti, specialmente ai genitali; logicamente, questo può rappresentare un pericolo per la salute del feticista.

Troilismo

Sicuramente avrete sentito parlare di questa parafilia, probabilmente con il nome di “cuckoldismo”. Il cuckold è colui che si eccita quando il proprio partner lo tradisce e ha un rapporto sessuale con una terza persona davanti a lui. Il cuckoldismo è così diffuso che, nei siti porno, c’è una categoria apposita. La situazione diventa ancora più eccitante per il cuckold quando la terza persona coinvolta in un rapporto non sa di essere guardata.

Abasiofilia

Questo è il feticismo verso persone con una mobilità ridotta o con disabilità fisiche, che sono quindi costrette ad utilizzare apparecchi come sedie a rotelle e arti artificiali. La persona con questa parafilia si eccita guardando persone disabili o intrattenendo rapporti sessuali con esse. Spesso, il feticista è eccitato anche dall’idea che queste persone debbano dipendere completamente da lui, in quanto impossibilitate a compiere alcuni gesti da sole.

Omorashi

Termine giapponese che significa “bagnarsi”, questo feticismo è diffuso prevalentemente in Giappone e consiste nell’eccitarsi quando si ha la vescica gonfia, quando ci si fa pipì addosso o quando altre persone sperimentano le stesse situazioni. È un feticismo diverso da quello del “pissing”, in cui l’eccitazione viene provocata dall’urinare addosso ad altri o dal farsi urinare addosso da altre persone.

Frotteurismo

Sfregare i propri genitali contro una persona ignara e, perciò, non consenziente. Il feticista, che in questo caso è un molestatore, sfrutta situazioni di calca per dar sfogo alle sue malsane pulsioni: autobus affollati, concerti, ascensori pieni… Questa è una parafilia che va a ledere altre persone, che non può essere considerata innocua e che deve essere trattata come una patologia.

Bugchasing

Questa è una parafilia molto pericolosa, in quanto l’eccitazione sessuale del soggetto nasce dal praticare sesso non protetto con una persona sieropositiva, nella speranza di contrarre l’HIV. Alcuni bugchaser considerano questa pratica come l’apoteosi del tabù, del proibito, ed è questo che provoca l’eccitazione. Altri, invece, pensano che contrarre il virus dell’HIV possa legarli indissolubilmente alla persona dalla quale sono stati infettati.

Simforofilia

La persona con questa parafilia tende ad eccitarsi di fronte a disastri e catastrofi, come ad esempio degli incidenti stradali o gli incendi. Molto spesso, queste persone cercano di mettersi volontariamente in situazioni di pericolo, andando a ricercare l’eccitazione nel pericolo di morte, sia la loro che quella del partner. In questo caso, è calzante anche la definizione della parafilia “autassassinofilia”, nel quale il soggetto si eccita trovandosi in situazioni di vita o di morte.

Sacofricosis

Il feticista prova eccitazione nel “giocare” con le sue parti intime davanti a persone ignare, mettendosi le mani nelle tasche, nelle quali aveva precedentemente creato un foro. In questo modo, la persona con questa parafilia può masturbarsi davanti a persone che non hanno idea di quello che sta succedendo.

Vorarefilia

Spesso abbreviata in “vore”, è una parafilia riguardante l’atto di essere mangiati o mangiare un altro individuo e, a volte, il mangiare in generale. Il feticismo può includere anche la fantasia di essere digeriti. Impossibile da attuare nella vita reale, in quanto non esiste un essere abbastanza grande da poter ingoiare una persona intera e viva, molto spesso questo feticismo trova sfogo nei fumetti e nei videogiochi. Esistono molteplici illustrazioni, ad esempio nei manga, di persone che vengono divorate da giganti, di “radiografie” di personaggi con un omino nella pancia, e di qualsiasi cosa che può dare un’idea dell’essere divorati.

-

Queste sono le 10 parafilie più inquietanti nelle quali mi sono imbattuta fino ad oggi, ma su internet è possibile trovare elenchi infiniti di feticismi che non ci siamo mai neanche sognati d’immaginare. Spesso, guardando un’immagine che a noi sembra innocente, molte persone provano eccitazione sessuale; donne incinte, persone con costumi di animali, armi da fuoco… Non ne dubitate: esiste certamente qualcuno che è attratto sessualmente dalla più impensabile delle cose.
Le nostre reazioni a queste parafilie possono variare, magari dal disgustato al sorpreso, passando dal divertito; non c’è dubbio, però, che la maggior parte di questi individui abbiano alle spalle dei traumi non risolti. Nonostante non tutte le parafilie e i feticismi siano da condannare, infatti, ve ne sono molti che possono danneggiare il feticista o le persone che ha intorno; in questo caso, è consigliabile la terapia con lo psichiatra, che sarà in grado d’identificare il trauma che ha portato allo sviluppo di queste parafilie.

Domenica Lunedi martedì mercoledì giovedi Venerdì Sabato gennaio febbraio marzo aprile Può giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre