Quando l'amante salva il matrimonio

I mariti sono ottimi amanti, soprattutto quando tradiscono le mogli.” – Marilyn Monroe

Vi ricordate quando, da piccoli, sognavamo il vero amore, la persona che sarebbe stata la nostra perfetta metà per tutta la vita? Scommetto che, con il tempo, questa vostra convinzione è andata scemando e vi siete ritrovati a fare i conti con la dura realtà: il “vero amore” non è nient’altro che una favola.

Durante il corso della vita, è normale innamorarsi più volte, com’è normale pensare, ognuna di queste volte, di aver trovato finalmente la persona giusta per voi.
È molto raro, però, trovarsi in una relazione dove non ci sia proprio nulla che non vada e che duri fino alla fine dei nostri giorni; non solo è raro, ma è anche improbabile, secondo la chimica del nostro cervello.

Ebbene sì: l’innamoramento, come ogni cosa nella nostra vita, è regolato da una scienza precisa, che ne delinea un percorso preciso, che porta inevitabilmente ad un finale. La ricerca scientifica, infatti, ha scoperto che ogni coppia segue uno schema preciso che passa per vari punti e che, come scopo primario, ha la procreazione e quindi la continuazione della specie. Se vi interessa l’argomento, vi consiglio il libro “Ti amerò per sempre”, di Piero Angela, che tratta della biochimica dell’innamoramento.

Bambole Spettinate - Sexy Shop

Per quanto riguarda noi, ci concentreremo su uno solo dei punti in questione: il tradimento. Sebbene non sia una di quelle tappe obbligatorie nel percorso di una coppia, si verifica molto più spesso di quanto vorremmo. Il concetto di infedeltà varia non solo a seconda dei contesti storici e sociali, ma anche in base al tipo di relazione in cui ci si trova. C’è chi considera tradimento anche solo guardare un innocente porno, come c’è chi si trova in una relazione aperta o poliamorosa e quindi non considera tradimento neanche il rapporto sessuale, a patto che tutte le persone coinvolte nella relazione ne siano a conoscenza.

Sono state condotte molte ricerche sull’argomento “infedeltà coniugale”; in Italia, risulta che il 55% dei mariti e il 45% delle mogli abbiano tradito il partner almeno una volta. Pare che i motivi siano da ricercare in primis in una sessualità non appagante; sia uomini che donne, infatti, tradiscono principalmente perché i rapporti sessuali con la loro dolce metà non li soddisfano più. Dopodiché abbiamo la noia: non è una reale giustificazione, ma ad un certo punto la relazione o il matrimonio comincia a sembrare un copione e, quindi, si tende a cercare la novità.
Svariate ricerche scientifiche hanno evidenziato come gli esseri umani abbiano bisogno spesso di cambiamenti e, quando questi non avvengono spontaneamente, ci sentiamo in trappola e abbiamo bisogno a tutti i costi di evadere. Questa regola vale anche per le relazioni; se il rapporto diventa monotono, com’è anche ovvio che sia dopo parecchi anni passati insieme, si comincia a sentire il richiamo del proibito.

Nel corso degli anni sono nati siti, applicazioni e locali dedicati agli “infedeli seriali”; basti pensare, ad esempio, ai locali per scambisti, presenti anche in Italia. Spesso, il partner che viene tradito sa perfettamente che l’altro lo sta tradendo; capita anche che, ad un certo punto, si crei un legame basato su questa consapevolezza, come fosse un gioco. Non sono poche infatti le coppie che frequentano siti e locali dedicati agli scambi di coppia o alla ricerca di altre persone o coppie con cui fare threesome, foursome o orge.
Molto più spesso, però, chi tradisce sta bene attento a non farsi scoprire. Quando tradiamo, però, alcuni atteggiamenti cambiano senza che ce ne accorgiamo; potremmo perciò diventare estremamente paranoici, stressati, preoccupati, oppure euforici, rinvigoriti e pieni di energie.
In entrambi i casi, incredibile ma vero, si può cominciare a rattoppare un matrimonio o una relazione in fallimento. Come?

Prendiamo ad esempio il primo caso: dopo un tradimento diventate paranoici, state sempre sul chi vive, avete paura, eccetera; questo accade perché vi sentite in colpa.
Magari non lo ammettete, pensate che sia soltanto paura di venire scoperti, ma questa paura esiste precisamente perché vi sentite in colpa e, in realtà, tenete ancora alla vostra relazione e al partner che avete tradito.
In questi casi, è raro che il traditore ripeta l’errore. Spesso, invece, confessa al partner l’infedeltà, proprio perché non riesce a tenersi dentro questo segreto e vorrebbe che tutto tornasse come prima, per dimenticare l’errore e tornare al tepore del matrimonio o della relazione. Se il chiarimento non arriva, il traditore farà di tutto per riconquistare l’ex partner e la sua fiducia, tornando così alla tappa del corteggiamento, proprio come se ci si innamorasse una seconda volta. Quando (e se!) il partner decide di perdonarlo, si ritornano a provare le sensazioni d’innamoramento come fossero nuove, e il rapporto riprende nuova vitalità.

Esaminando invece il secondo caso, quello in cui ci si sente bene dopo il tradimento, troviamo sostanziali differenze. Anche qui, però, la conclusione potrebbe nuovamente essere un matrimonio salvato e una relazione riportata in vita.
Come abbiamo già detto, chi tradisce lo fa principalmente a causa dell’insoddisfazione sessuale. Non è detto, perciò, che anche il resto della relazione sia da buttare; spesso, infatti, il traditore prova comunque affetto per il proprio partner e, se costretto a scegliere tra l’amante ed il matrimonio, sceglie quest’ultimo.
Detto ciò, provate a ricordare tutti i film che avete visto, i libri che avete letto e le storie che avete sentito riguardo il tradimento. C’è spesso il cliché della persona che passa la notte fuori a “lavorare fino a tardi” mentre la sua dolce metà, ignara, dorme. La mattina dopo, il traditore porta a casa un vassoio di pasticcini e sveglia il partner con un bacio sulla fronte; insomma, diventa più dolce e più allegro, cosa che migliora l’atmosfera, il feeling con il partner e, infine, anche il sesso coniugale.

Purtroppo, non tutti i traditori rientrano in queste due categorie e non sempre le persone tradite saranno disposte a perdonarvi. Nel corso degli anni, che ci piaccia o no, il tradimento è diventata una tappa quasi obbligatoria di ogni relazione, specialmente nei matrimoni e ancora più nello specifico nei matrimoni longevi. Molte persone lo accettano e addirittura lo giustificano; basti guardare le storie dei vip che vediamo nei salotti televisivi.

Da parte nostra, possiamo solo consigliarvi di non farvi prendere dal panico, di circondarvi di persone fidate partendo proprio dalla vostra metà, di godervi la vostra vita e la vostra relazione nel presente… e di non infilare un localizzatore GPS nella giacca del vostro partner.

Domenica Lunedi martedì mercoledì giovedi Venerdì Sabato gennaio febbraio marzo aprile Può giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre